COME FUNZIONA E QUANTO DURA

Durante la seduta ( che dura circa 35 minuti)  la persona si siede comodamente su una poltrona e ascolta della musica in cuffia. Vengono posti sulla testa della persona 5 sensori che hanno la funzione di raccogliere l’attività cerebrale e inviare i segnali al software di un computer che analizza l’attività delle onde cerebrali per 256 volte al secondo. Ogni volta che il software rileva un eccesso di variabilità interna, segno di una attività non ottimale  del cervello, il software provoca una microinterruzione della musica, “disturbando” il cervello nel momento stesso in cui il cervello sta funzionando in modo incoerente, informandolo quindi proprio di questo suo “non ottimale” funzionamento.

In questo modo il software manda al cervello una informazione di ritorno (attraverso l’interruzione nella musica, non viene inviata alcuna stimolazione elettrica) rispetto al suo “errore” e in questo modo il cervello viene stimolato a riorganizzarsi in modo più funzionale. Il cervello in questo modo ha la possibilità di imparare dai suoi “errori” e viene stimolato a creare nuove modalità di funzionamento attraverso nuove connessioni neuronali.
La seduta è per tali motivi identica per tutti, indipendentemente dal bisogno o motivazione che ha portato la persona ad utlizzare il neurofeedback dinamico non lineare. D’altra parte ogni singola seduta è diversa di volta in volta da persona a persona e anche per la stessa persona, perchè il software lavora in modo specifico per quella persona in quel momento.

La seduta

Proprio perchè si tratta di un training altamente soggettivo e ogni cervello ha un ritmo proprio non si può prevere il numero di sedute necessarie per ciascuno ma si consiglia un ciclo di 20 almeno una volta la settimana (inizialmente meglio 2 quando possibile). Il processo di cambiamento non è prevedibile, può essere fluido e graduale o incontrare delle fasi. A volte possono emergere dei disagi legati alle disfuzioni esistenti, ma  nel tempo non perdurano grazie alla riorganizzazione del cervello. L’80 % dei clienti si dichiara soddisfatto dei cambiamenti osservati.